Recensione del libro “wonder” di R.J. Palacio

Il libro appartiene al genere di attualità, narra la storia di un ragazzo di prima media che si chiama August Pullman.
Questo sarà il primo anno scolastico del ragazzo, poiché siccome ha una grave deformazione facciale, per proteggerlo i suoi genitori lo hanno istruito a casa.
Auggie verrà inizialmente preso di mira da un ragazzo popolare, Julian, che riuscirà a rivoltare l’intera scuola contro il ragazzo. Il libro racconta dell’effetiva maturazione del ragazzo, fino ad arrivare al punto in cui diventerà popolare e amico di tutti.
August è un ragazzo che, nonostante la sua deformazione non si da mai per vinto, infatti è uno degli alunni più brillanti della classe, non che un ragazzo carismatico.
La narrazione è in prima persona anche se, ci sono varie parti raccontate da personaggi diversi, che entrarono in contatto con august, fra questi però non c’è Julian, infatti l’autrice gli ha dedicato un libro a parte poiché aveva molte cose da dire su di lui.metà copertina libro Wonder metà volto attore film Wonder
La cosa più interessante del libro è vedere come l’amicizia vada oltre le apparenze e di come con la forza di volontà si possa riuscire a fare tutto.
Il libro è molto bello, coinvolgente e significativo, un ottimo modo per far capire alcuni valori essenziali ai ragazzi.
Lo consigliamo a dei lettori di un’età minima di 9/10 anni poiché un pubblico più giovane e meno maturo potrebbe non cogliere il significato.

A cura di Gregorio Guerrini e Elena Maggini