Quattro laboratori a classi aperte

Questo anno, noi bambini delle seconde di Rimaggio abbiamo partecipato settimanalmente a dei laboratori a classi aperte dal nome PENNELLO PAZZO, MANI IN PASTA, PAROLE IN LIBERTÀ  E DANZAR CANTANDO, rispettivamente di arte, tecnologia, scrittura creativa e musica . Ci siamo mescolati tra alunni delle due classi e ci siamo messi in gioco con la creatività. Scopri i nostri elaborati cliccando sulle parole sottolineate nel testo che segue.

Nel laboratorio PAROLE IN LIBERTÀ siamo partiti dall’invenzione di bellissime filastrocche per poi divertirci ed ingegnarci a inventare parole nuove che non esistono: questo nuovo e assurdo vocabolario ha dato vita a delle storie talmente strampalate che abbiamo dovuto fornire al lettore una traduzione. Abbiamo concluso il percorso con la lettura di “Mostri scolastici” di S. Bordiglioni che ci ha ispirato per l’invenzione di una scuola – la più strana del mondo – perché invasa da esseri metà animali e metà oggetto scolastico : dal “lavagnante” al “farfastuccio” sono tutti animali che è bene tenere a portata di mano durante le lezioni a scuola!. Mettendo insieme i nostri lavori è uscito fuori un bellissimo libro che poi abbiamo illustrato con disegni pertinenti alle nostre invenzioni.

Nel laboratorio PENNELLO PAZZO abbiamo realizzato molti disegni utilizzando varie tecniche e strumenti. Abbiamo usato colori a tempera, carta, materiali naturali come le foglie, abbiamo creato immagini di fantasia spalmando il colore manualmente e ribattezzando ogni immagine. Su ogni lavoro i bambini davano un titolo in base all’immagine creata. Abbiamo poi effettuato uno studio sui colori caldi e freddi e fatto dei giochi cromatici utilizzando i colori primari.

Nel laboratorio DANZAR CANTANDO abbiamo provato ad ascoltare in silenzio e ad occhi chiusi due brani di L. Enaudi. Dopo aver condiviso stati d’animo e sentimenti emersi dall’ascolto, abbiamo rappresentato un luogo immaginato durante l’ascolto. Poi a coppie abbiamo creato poesie che avevano come tema i titoli dei due brani ascoltati.

Nel laboratorio MANI IN PASTA siamo partiti pensando a quale argomento potevamo affrontare a tecnologia che desse l’opportunità ai bambini di conoscersi e confrontarsi ed è saltata fuori “la carta”: già nella prima conversazione fatta con ogni gruppo per introdurre l’argomento “carta” è emerso che la carta la usiamo davvero in tantissimi campi, per compiere tante azioni…tutte diverse…ecco perché ci sono così tanti tipi di cartaAbbiamo così costruito un semplice libro con ciò che viene più di ogni altra cosa usato nel mondo scolastico: la carta bianca formato A4. È uscito fuori così un bellissimo libro dal titolo  “LA CARTA” con il cartoncino che è un altro tipo di carta molto utilizzato a scuola. Poi abbiamo usato tanti tipi di carte diverse per creare le pagine del nostro libro in modo da osservarne le caratteristiche e sperimentare la diversa consistenza strappando o tagliando con le forbici per fare splendidi collage!Ogni bambini ha descritto con le parole il proprio lavoro. Alla fine con i ritagli avanzati, acqua e colla abbiamo fatto la carta riciclata!